"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



martedì 25 marzo 2008

USCITA DI PASQUETTA NEL PARCO ADDA NORD

Giornata splendida, oltre ogni aspettativa visto la premessa della nevicata del giorno di Pasqua. Come da programma possiamo quindi fare la nostra ormai tradizionale uscita di Pasquetta scendendo in kayak la parte settentrionale del Parco Adda Nord, partendo dalla nostra sede di Vercurago per giungere, dopo circa 14 chilometri, ad Imbersago.
.
Il percorso offre paesaggi davvero spettacolari e non comuni, il kayak ci consente di visitare angoli e canali irraggiungibili a piedi o con altri mezzi... il sole primaverile e il cielo terso rendono il tutto ancora più bello.
.
Ci fermiamo nei pressi del Castello di Brivio per una pausa pranzo di tutto rispetto, con tanto di colomba. Grandi assenti le uova sode, che avrebbero reso l'uscita "Pasquetta fuori porta" da manuale. Lungo l'intero percorso abbiamo avvistato molte delle specie di uccelli che frequentano il Parco Adda Nord in questa stagione... Quelle più comuni e confidenti, come Folaga, Germano reale, Cigno reale, Cormorano, si sono più o meno concesse all'obiettivo della nostra macchina fotografica, quelle più timide le abbiamo potutte osservare solo da lontano e col binocolo: Svasso maggiore, Tuffetto, Marzaiola, Alzavola, Moriglione, Airone cenerino, Gallinella d'acqua, Piro piro piccolo, Piro piro boschereccio, Rondine, Balestruccio.. solo per citarne alcune.
. Nel primo pomeriggio giungiamo in tutta tranquillità al Traghetto Leonardesco di Imbersago. Che dire?.. davvero una splendida giornata. Un grazie a tutti i partecipanti per la simpatia. Il tratto di Adda in questione si presta ottimamente per essere visitato in kayak con la massima sicurezza, prestando comunque attenzione nei tratti in cui si incontra un po' di corrente o in prossimità dei ponti, come nei pressi della diga di Olginate e nel tratto Lavello-Fornasette, a sud del lago di Olginate. La massima attenzione va invece prestata per non disturbare la fauna presente in questa importante zona umida, in cui vi nidificano molte specie di uccelli. Il periodo di nidificazione sta per iniziare e il mio consiglio è quello di evitare di avvicinarsi troppo ai bordi del canneto e astenersi dal percorrere in kayak i canali più nascosti e chiari d'acqua più protetti, almeno per i prossimi 4 mesi. Se volete giocare un po' con le mappe di Google e con Google Earth vi lascio questo link dove trovate il percorso memorizzato dal nuovo GPS di Fabio e qualche utile informazione: "Pasquetta sull'Adda 2008"

Nessun commento:

Posta un commento