"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



lunedì 14 giugno 2010

LIBRI - COLPI DI REMO



Il canottaggio è lo sport “cugino” del kayak: gli elementi naturali in cui si muove la disciplina del remo (e della pagaia) sono gli stessi: l’acqua e il vento; e il motore, ecologico e silenzioso, è lo stesso: le nostre braccia.
.
Questo non è un libro sul canottaggio, non è la storia di una disciplina, né l’elenco delle glorie di atleti o di società. E’ un possibile racconto di semplici entusiasmi, di fatiche, di grandi emozioni che si possono vivere su una barca (o su un kayak) che sfida l’ACQUA, che si infila nell’ARIA, che viaggia quasi dentro la TERRA con la sola FORZA di uno spirito nervoso e consapevole.
.
Al libro è allegato un cd di Davide Van De Sfroos (cantante e canzoniere laghée) contenente tre canzoni dialettali di lago, di luoghi, di gente del Lario: “Singul de punta” scritta con il poeta Vito Trombetta - che è già stata eletta ad inno del canottaggio lariano, “Breva e Tivan” e “El mustru”.
.
SINGUL DE PUNTA (Trombetta/Bernasconi)

I canteni rémuj e l'unda una canzòn antiga
fadiga... fadiga... fadiga e impégn
e l'acqua che sbressiga sura'l légn
e dal timòn la vuus del tù alé...

Come mai stasira me sun che sö sta tuvaja vuncia e bisunta
cul coo pugiàa de scià e de là e una dumanda per giunta
chissà se diventi anca me un singul de punta...
chissà se diventi anca me un singul de punta...

Singul singul de punta
che gira gira pirla e gira
per pö negà in del venn
fass sufegà di caart...
Singul singul de punta
che gira gira pirla e gira
cul remul de la pecundria
senza mai rüvà al traguaard

Ma el laagh... el laagh l'è'l mè riciàmm
e i soci de la barca i henn là giamò a speciamm
el fazzulett in crapa e l'öcc de la pujana
la facia l'è abbrunzada la schena l'è dubiada
i pè söl puntapé... el sogn de'na medaja
ancamò un fiaa ammò 'na spinta... canuttiera e grinta
chissenefrega de l'unda del batèll
basta vurèll
per mea diventà... singul de punta!

singul singul de punta...

E dal timòn la vuus del tù alé
süduur e impègn...
e l'acqua che sbrissiga sura'l legn
a remà insèmm se fà menu fadiga
e canten i rémuj e l'unda
una canzòn antiga


SINGOLO DI PUNTA*

Cantano i remi e l’onda una canzone antica
Fatica… fatica… fatica ed impegno
E l’acqua che scivola sopra il legno.
E dal timone la voce del “tù alè”**

Come mai ‘stasera cono qui su questa tovaglia unta e bisunta
Con la testa appoggiata di qua e di la ed una domanda per giunta
Chissà se divento anch’io un singolo di punta
Chissà se divento anch’io un singolo di punta

Singolo, singolo di punta
Che gira, gira, pirla*** e gira
Per poi annegare nel vino
Farsi soffocare dalle carte
Singolo, singolo di punta
Che gira, gira, pirla e gira
Con il remo della malavoglia
Senza mai arrivare al traguardo

Ma il lago…il lago è il mio richiamo
E i soci della barca sono già lì ad aspettarmi
Il fazzoletto in testa e l’occhio della poiana
La faccia è abbronzata, la schiena è piegata
I piedi sul puntapiedi….e il sogno di una medaglia
Ancora un respiro, ancora una spinta…canottiera e grinta
Chissenefrega dell’onda del battello,
basta volerlo
per non diventare…singolo di punta!

Singolo, singolo di punta…..

E dal timone la voce del “tù alè”
Sudore ed impegno…
E l’acqua che scivola sopra il legno
A remare insieme si fa meno fatica
E cantano i remi e l’onda
Una canzone antica.

* Singul de punta è un modo di dire legato all’ambiente del canottaggio e si attribuisce a chi non combinerà mai niente, ad un buono a nulla: se remi da singolo hai due remi, se remi in coppia, oppure in equipaggio di più persone, puoi essere “in punta” alla barca ed in quel caso avrai un solo remo. Va da sé che un singolo di punta, con un solo remo, non va da nessuna parte e gira in tondo…

** Tù alè è il grido con cui il timoniere di un equipaggio dà la cadenza dei colpi di remo.

*** Dal verbo milanese “pirlare”: girare in tondo, muoversi senza meta precisa.
.
.
TITOLO: Colpi di remo - Singul de punta (CD musicale)
AUTORE LIBRO: Gerardo Monizza
AUTORE CD: Davide "Van De Sfroos" Bernasconi
PREZZO: € 12,00
EDITORE: NodoLibri
anno 2003, 80 pagine
.
.

Nessun commento:

Posta un commento