"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



giovedì 15 aprile 2010

I DOLGANI, I NOMADI DELLA TUNDRA



I Dolgani sono fra gli ultimi allevatori nomadi che guidano tutto l’anno le loro mandrie di renne attraverso le pianure del Taymyr, in Russia. In inverno le renne riescono ancora a scovare muschi e licheni sotto la neve, ma ogni quindici giorni i Dolgani si rimettono in marcia, alla ricerca di nuovi pascoli. Ad ogni migrazione, percorrono nel freddo siberiano 10 o 15 km in un’unica tappa, prima di montare un nuovo accampamento.




Le loro tende, che sono in realtà piccole abitazioni denominate balok , sono trainate ciascuna da 8 renne, vengono montate su pattini e scivolano come una slitta. Il balok è costituito da un’armatura in legno ricoperta di pelli di renne, misura circa 6 metri quadri e può talvolta ospitare un’intera famiglia di 5 o 7 persone. Per riscaldarlo – ma anche per cucinare – i Dolgani utilizzano una stufa a legna, dotata di un tubo metallico per convogliare il fumo all’esterno. In estate viene utilizzata una tenda più leggera.




Queste abitudini di vita perdurano da molto tempo, eppure i Dolgani che continuano oggi a praticare queste transumanze ancestrali sono rimasti in pochi. La globalizzazione ha colpito e modificato per sempre, come per gli Inuit, il loro stile di vita.



Foto prese dal sito www.ousland.com


.

Nessun commento:

Posta un commento