"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



sabato 3 gennaio 2009

STORM & TEMPEST DI AVATAK PAGAIE


COSA SONO: molti ne hanno sentito parlare, altri sanno già di che si tratta. Praticamente si tratta di pagaie di linea groenlandese o aleutina con pale di lunghezza normale, ma con impugnatura cortissima, appena sufficiente per le due mani affiancate. La sua lunghezza totale è sempre inferiore a cm. 200. Ciò fa si che, mentre una pala è immersa nell'acqua, la parte esposta al vento rimane alquanto ridotta. Pertanto, come dice la parola stessa, sono pagaie per condizioni atmosferiche proibitive.

COME SI USANO: si inizia tenendo le due mani unite sull'impugnatura della pagaia; si passa una delle due mani all'estremità corrispondente; si esegue così la prima pagaiata; a fine corsa si riporta la mano esterna sull'impugnatura; si passa l'altra mano all'altra estremità; si esegue così la seconda pagaiata. La navigazione prosegue ripetendo questi gesti.

VANTAGGI:
- parte esposta al vento molto ridotta
- abbastanza pratica come pagaia di scorta
- pratica per manovre di eskimo
- comoda per navigare tra canneti o sotto rami

SVANTAGGI:
- richiede un ottimo allenamento
- costa come una pagaia normale

ALTERNATIVE (consigliate da Niko):
- una pagaia di linea aleutina corta (NUNAVIK cm. 224) meglio se divisibile da tenere sul ponte, si impugna con entrambe le mani, all'occorrenza se ne usa metà (tra canneti e rami)
- una pagaia divisibile in 3 pezzi di lunghezza normale e che, all'occorrenza, si riduce a cm. 224 con tutte le possibilità sopra descritte. Già disponibile!


Testo e foto di Nicola "NIKO" De Florio.
Maggiori info si trovano sul sito www.avatakpagaie.com
.

Nessun commento:

Posta un commento