"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



venerdì 15 febbraio 2008

LA LUNGHEZZA DELLA PAGAIA TRADIZIONALE GROENLANDESE


Eccovi alcune considerazioni ricevute dal caro amico Maurizio Riva del Lario Sea Kayak (http://larioseakayak.blogspot.com/) sul mio post intitolato “LA PAGAIA TRADIZIONALE GROELANDESE (GREENLAND PADDLE). Le pubblico volentieri!

Per tornare al tuo post, io personalmente non ci vedo inesattezze o superficialità, l'unica cosa che mi permetterei di aggiungere è che la pagaia solo recentemente si è "standardizzata" sui 240 cm.... e più precisamente questa è un po' un idea di Niko della AVATAK (http://www.avatakpagaie.com/) più che uno standard.

Originariamente, se non erro, lo standard per stabilire la lunghezza della pagaia era: l'altezza della persona più la lunghezza dell'avambraccio, più la misura in larghezza del palmo della mano. Sto andando a memoria però sono abbastanza sicuro che questo sia il metodo giusto. Un metodo di misura proposto recentemente sarebbe quello di aggiungere anche la differenza tra la larghezza del kayak e il bacino del kayakista.

Il problema con le misure originali è che vengono delle pagaie molto lunghe (MOLTO LUNGHE!!!) perché noi rispetto agli Inuit siamo tutti dei giganti. Questo cambia un pochino le carte in tavola, le nostre adorate pagaie groenlandesi diventerebbero dure da tirare e faticose... quindi poco adatte al tipo di escursioni che facciamo noi.

Mi permetto un’ultima cosa, pensa anche alla differenza tra i loro kayak e i nostri: zero rocker, lunghissimi e leggeri. Lunghissimi sempre per le dimensioni e il peso del kayakista (anche per costruire il kayak c'è una formula, 3 volte l'altezza del kayaker, più il solito avambraccio e palmo). Kayak così assomigliano di più ai K1 olimpici che ai moderni kayak da mare, che magari carichi pesano 50-70 KG.

Da questa serie di considerazioni è nata l'idea di Niko di mantenere delle pagaie più corte, idea che io personalmente condivido. Ti dirò di più, molti clienti americani o nordeuropei chiedono a Niko pagaie ancora più corte, sui 220 cm., forse meno. Questo però è dovuto al loro diverso modo di pagaiare, molto verticale... ma questa è un altra storia.

PS: questo signore della foto non è uno dei nostri… Spero che non si arrabbi perché ho pubblicato la sua foto sul nostro blog!

1 commento:

  1. Ragazzi vi ringrazio per lo spazio che mi date... sono quasi imbarazzato... bè vediamo se ne scaturisce un dibattito o una conversazione ;-).

    Ciao e complimenti ancora per il blog, i questo periodo mi state davvero "bagnando il naso!".

    Maurizio

    RispondiElimina