"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



giovedì 28 gennaio 2010

IL VESTIARIO DEL PAGAIATORE MARINO



Andare in kayak da mare è uno sport quasi asciutto, se si è sufficientemente esperti. I novizi, qualunque siano le condizioni di tempo, si bagnano spesso e volentieri. Eppure anche agli esperti consigliamo di abbigliarsi adeguatamente. Il vero pericolo che incombe sul kayaker marino è rappresentato dall’uscita bagnata dal kayak e quindi dall’immersione prolungata in acqua senza adeguata protezione. Lo shock da freddo può uccidere o rendere totalmente incapaci di rientrare nell’imbarcazione. L’unica valida protezione di cui il kayaker marino può avvalersi è perciò la stessa utlizzata da coloro che praticano altri sport a contatto con l’acqua: vestirsi con una muta umida di spessore adeguato o con un una muta stagna.


Durante la stagione invernale sarà bene indossare, per proteggere le gambe e il bacino, un muta umida a salopette in neoprene di 3 mm di spessore. Per il tronco è consigliabile una maglia termica a maniche lunghe. Qualsiasi cosa si scelga per la parte superiore, la si dovrà mantenere asciutta con una giacca d’acqua magari a doppio tubo, meglio se dotata di cappuccio, per proteggerci da vento o pioggia, e di polsini (questi ultimi in neoprene). Sconsigliamo di utilizzare giacche da muta perché causano parecchio fastidio alle ascelle. I piedi vanno protetti con calzari alti in neoprene dotati di suola e cerniera laterale. Guanti o manopole in neoprene per le mani, berretto di lana o cuffia in neoprene in testa.


Durante le stagioni intermedie, saranno preferibili mute umide corte sulle gambe con spessore da 1,5 mm; maglietta termica corta e magari una giacca d’acqua leggera. In piena estate saranno sufficienti un costume da bagno, una maglietta tecnica a maniche corte e calzari bassi in neoprene, cappellino con visiera. Sarà comunque buona norma portare con sé nel gavone una giacca d’acqua. Il paraspruzzi (in neoprene o in nylon) va indossato sempre, in qualsiasi stagione.


.

Nessun commento:

Posta un commento