"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



mercoledì 11 giugno 2008

UNA POESIA INUIT

OLD MAN IN KAYAK by Claude@Munich
Ricordo le mie strane avventure,
quando sospinto dal vento
andavo alla deriva nel mio kayak.
Quando, credendomi in pericolo,
ero invaso dai timori,
quelli che erano così piccoli
e mi sembravano così grandi
per tutte le cose necessarie
che dovevo trovare e raggiungere.

Invece non esiste che una cosa importante,
la sola cosa:
vivere e vedere il grande giorno che spunta
e la luce che riempie il mondo.

(Autore anonimo)

L'alba è una cosa quasi banale, per noi che possiamo permettercene una ogni giorno. Ma quando l'alba arriva dopo una notte polare lunga sei mesi, dopo un freddissimo inverno che sembra non finire mai… l'ansia e la voglia di luce sono veramente vitali!


Segnalata da Marco Ferrario e presa da http://unpodimondo.wordpress.com/

Nessun commento:

Posta un commento