"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



lunedì 3 settembre 2012

GIRO DELLA COSTA ESTERNA DEL LAGO DI COMO (LARIO) IN KAJAK



Mercoledì 8 agosto alle ore 10.00, io (Laura) e Donata siamo partite da Tavernola in kayak, per effettuare il giro della costa esterna del lago di Como (Lario).




Il primo giorno abbiamo percorso circa 31 km., pranzato ad Argegno e raggiunto Menaggio, dove abbiamo trovato posto nel piccolo campeggio del paese. Il viaggio non è stato particolarmente difficoltoso, le condizioni del lago erano molto tranquille a parte un pò di vento contrario uscendo da Como.




Il secondo giorno partenza da Menaggio, tappa intermedia a Pianola del Lario per uno spuntino, e arrivo a Domaso, dove dopo varie telefonate siamo riuscite a trovare un posto nel campeggio Madonnina. Montata la tenda e sistemati i bagagli, non contente, abbiamo ripreso i nostri kayak e abbiamo ispezionato la zona fino a Gera Lario, dove inizia la Riserva Naturale del Pian di Spagna e in cui si trova il piccolo fiume Mera che porta al Lago di Mezzola. Pianificata la tappa del giorno dopo, siamo tornate al campeggio per una veloce cena sulla spiaggia con un meraviglioso tramonto e per il meritato riposo.




Il terzo giorno siamo partite al mattino presto per raggiungere il Lago di Mezzola, incantevole riserva naturale dove le montagne si specchiano nel lago per un panorama mozzafiato. Ritornate nell’alto Lario abbiamo trovato un’infinità di vele colorate che solcavano il lago e la sorpresa di una Breva (vento da Sud) molto forte, che ci ha reso difficile attraversare la foce del fiume Adda (dall’acqua dal colore turchese e freddissima), nonché il tratto fino a Colico, dove ci siamo fermate per il pranzo. Da qui siamo ripartite nel primo pomeriggio con destinazione finale Dervio: la Breva non sembrava mai calmarsi, e ci ha reso impegnativo anche l’ultimo tragitto della giornata. A Dervio ci hanno raggiunto Fido, Luis, Loredana, Felice e Oscar che ci ha preparato una meravigliosa grigliata.



Il quarto giorno è stato all’insegna del relax. Nella tarda mattinata siamo partiti da Dervio alla volta di Lierna con Loredana, Andrea e Luis (che si sono uniti a noi per le ultime due tappe del fine settimana), e qui abbiamo passato il pomeriggio in spiaggia. Verso sera abbiamo raggiunto il campeggio di Onno e dopo una buonissima pizza nel ristorante del campeggio e risate in compagnia, tutti a riposare nelle tende.





Il quinto giorno abbiamo portato a termine l’ultima tappa fino a Vercurago: breve sosta a Malgrate per un aperitivo, e arrivo in sede nautica del CK90 per le 14.30.




Abbiamo percorso in tutto 129,5 km. e pagaiato per 23 ore e 50 minuti. In alcune situazioni le nostre forze sono state messe a dura prova ma è sempre prevalsa la determinazione di portare a termine il nostro progetto estivo.



Chi pratica questo sport sa benissimo che queste esperienze vanno vissute in prima persona, descriverle e spiegarle è quasi sempre impossibile. Ogni giorno il panorama cambiava, e ogni volta siamo rimaste stupite ed incantate dalla bellezza e dalla particolarità della natura che ci circondava.





1 commento:

  1. Brave!
    Un bel giro in kayak, sensato, alle porte di casa...
    Michele

    RispondiElimina