"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



martedì 23 settembre 2008

IL FULCRO DELL’ANDARE IN KAYAK

Qaqatuk e NerrajaqL’essenza della tecnica del kayak consiste nella ricerca di un punto di forza in acqua che consenta alla pagaia di fare da perno per muovere il kayak. La pala in acqua è un fulcro, un punto di presa che consente di avanzare, retrocedere, cambiare direzione, appoggiarsi o eskimare, ma sempre in funzione del movimento dello scafo. Andare in kayak non significa muovere la pagaia, ma spostarsi con il kayak sfruttando la resistenza dell’acqua: muovere la pagaia senza usufruire dell’aiuto che l’acqua, con la consistenza mutevole, può dare, rende il gesto inefficace.

Qivittoq

Nessun commento:

Posta un commento