"INUIT DEL LARIO" - CANOA KAJAK 90 A.S.D.

LA PASSIONE PER IL KAYAK DA MARE, LA NATURA E GLI AMICI...



"vorrei imparare dal vento a respirare, dalla pioggia a cadere,
dalla corrente a portare le cose dove non vogliono andare
e avere la pazienza delle onde, di andare e venire
ricominciare a fluire..." (Tiromancino)



mercoledì 4 agosto 2010

IL FISCHIONE, L’ANATRA PASCOLANTE



Appartiene all’ordine Anseriformes, famiglia Anatidae, uccelli acquatici conosciuti come anatre. E’ inclusa nel gruppo delle “anatre di superficie”, che immergono solo la testa per nutrirsi, senza andare sott’acqua complete mante. Il suo nome scientifico è Anas penelope. Anatra di dimensioni intermedie, con una lunghezza del corpo tra i 45 e i 51 cm. Il maschio è caratterizzato dalla testa castana con fronte giallastra, dal petto rosato e dal corto becco blu lavagna; la femmina è marroncina, simile a quella di altre specie di anatre di superficie. In volo, poco veloce ma sostenuto da un rapido battito d’ali, appaiono evidenti macchie bianche sulle ali a livello delle spalle. Forma stormi anche molto grossi, che volano disordinatamente, con scambi di quota, appallottolamenti e scarti tra individui. Nei luoghi di nutrizione si aggrega alla Folaga.




Nidifica in specchi d’acqua dolce aperti e poco profondi, con un flora emergente galleggiante non troppo densa e correnti scarse. Costruisce il nido a terra, tra le vegetazione fitta che tende a ricoprirlo. Si nutre soprattutto di erbe affioranti o terrestri, o di frammenti vegetali strappati dalle folaghe. Sverna in zone prevalentemente costiere, aperte e ricche di cibo, sia sul mare che nelle acque interne. Il Fischione sosta spesso a terra, dove è in grado di camminare e correre speditamente, al contrario di altre anatre. Ha il becco e il collo corti, che danno forza alla presa sulla vegetazione e hanno adattato la specie al pascolo, come le oche.




In Europa nidifica di preferenza nelle zone boreali e subartiche. In Italia è una specie essenzialmente migratrice e svernante, le segnalazioni di nidificazione sono scarse e occasionali. In Lombardia sverna soprattutto in ampie aree umide e fluviali della bassa pianura.



.

Nessun commento:

Posta un commento